Conoscere l'Accordo di Parigi?

Incontri in giro per l'Italia!

 

  Vuoi organizzare un evento sull'Accordo di Parigi? Scrivici per relatori qualificati e segnalazione in questa pagina.
 

Resilienze - rassegna di cinema e cibo sui cambiamenti climatici. Cena a tema con proiezione di Punto di non ritorno - Before the Flood di Fisher Stevens prodotto da Leonardo di Caprio.

Prima del film interverranno Valentino Piana - direttore dell'Economics Web Institute, economista e consulente internazionale, promotore del sito www.accordodiparigi.it, Alberto Zoratti - presidente di Fairwatch e Giovanni Fini esperto di cambiamenti climatici.

Rassegna organizzata da COSPE Onlus (www.cospe.org) e lo spazio coworking/acceleratore di idee KILOWATT a Bologna, presso lo spazio rigenerato delle SERRE dei Giardini Margherita, il 14 dicembre 2016.

Maggiori info qui.

 

 

2030: CHE CLIMA CHE FA
Efficienza, Rinnovabili, Mobilità e Innovazione

A Roma il 23 e 24 Novembre, a Terni il 25 Novembre il Forum di Qualenergia.

L'energia dopo Parigi: politiche e opportunità per le imprese del settore. IL CLIMA DOPO MARRAKECH: UN PIANO PER L’ITALIA. ROADMAP MOBILITA' SOSTENIBILE ITALIA 2030: LE TRAIETTORIE TECNOLOGICHE INNOVATIVE - coordina Andrea Poggio.

 

Festeggiamenti in tutta Italia per l'entrata in vigore dell'Accordo di Parigi.

Il 4 novembre 2016.

A Roma, l'Italian Climate Network organizza un evento a Garbatella per presentare il nuovo Progetto Scuola, costituito da una lezione base e alcuni percorsi di approfondimento, uno dei quali relativo ai "Negoziati sul Clima".

Partecipano: Valentino Piana, Federico Brocchieri, Domenico Gaudioso, Simona Ciriaci.


L'evento sarà tra le 18:00 e le 20:00.

  Incontro a Cagliari sul ruolo degli attori non-statali, anche nelle prospettiva di limitare a 1,5 gradi, durante la conferenza annuale dell'Associazione italiana scienze del clima, il 19 ottobre.
  Sabato 3 settembre - Festa nazionale dell'Unità - Catania
PALCO CENTRALE
ore 19.00 – CAMBIAMENTI CLIMATICI, IL FUTURO E’ ADESSO. IL MONDO DOPO PARIGI
con Silvia Velo, Chiara Braga, Valentino Piana, Gigi Bellassai.
Modera: Gianni Todini

Guarda il video completo della serata (circa 1 ora di dibattito)

 

Italian Climate Network, in collaborazione con Patagonia, vi invita alla presentazione congiunta con gli autori dei due nuovi libri editi da Edizioni Ambiente:

Il clima è (già) cambiato. Dieci buone notizie sul cambiamento climatico, di Stefano Caserini, socio fondatore di Italian Climate Network (link)
e
Il mondo dopo Parigi, a cura di Emanuele Bompan e Sergio Ferraris, con il contributo di Stefano Caserini e Federico Antognazza, Vice Presidente di Italian Climate Network (link).

Giovedì 16 giugno alle ore 18:30, presso Patagonia, corso Garibaldi 127, Milano (link).

Le presentazioni saranno seguite da un rinfresco, con Franciacorta gentilmente offerto da Arcipelago Muratori.

 

A Milano, venerdì 8 aprile al Politecnico di Milano, campus Leonardo, aula S05, dalle 15.30 alle 17.00, presentazione del libro di Stefano Caserini: “Il clima è (già) cambiato. 10 buone notizie sul cambiamento climatico” (Edizioni Ambiente), che contiene su COP21 e l'Accordo di Parigi una appendice scritta con Valentino Piana. Qui maggiori dettagli e il primo capitolo.

 

 

La Casa della Cultura ha ospitato a Milano - Sabato 19 marzo (ore 10.00-13.00) - l'incontro "LUCI ED OMBRE DELL'ACCORDO SUL CLIMA" con

Valentino Piana, economista e consulente internazionale (UNFCCC),
responsabile del Economics Web Institute (presente a Parigi) pubblicista e traduttore dell'Accordo di Parigi in Italiano (versione integrale gratuita scaricabile come PDF da qui)

Mario Agostinelli, chimico, fisico, lunga attività CGIL e Regione, presidente di Energia Felice, docente di problemi energetici e climatici (presente a Parigi) blogger

Daniele Pernigotti, giornalista su UNFCCC (presente a Parigi) consulente ambientale, coordinatore gruppo lavoro ISO su Carbon Footprint di prodotto, saggista

Andrea Poggio, membro della Segreteria Legambiente, saggista

Gianni Silvestrini, presidente Green Building Council Italia e coordinamento FREE, direttore scientifico Kyoto Club e QualEnergia (presente a Parigi) saggista

Organizzazione e coordinamento dell'incontro:

Gennaro Aprea, economista, studioso dei problemi ambientali, saggista, blogger

Apertura dei lavori: Ferruccio Capelli, direttore della Casa della Cultura di Milano.

Il video completo dell'incontro è disponibile qui.

 

  A Roma il 4 Marzo: DOPO COP 21, DIAMOCI UNA MOSSA
CLIMA, CITTÀ E MOBILITÀ SOSTENIBILE PER LA CLIMATE GENERATION
4 marzo ore 15 – Aula Libera del Mattatoio (Università Roma Tre – Dipartimento Architettura)
 

Emilia-Romagna - appuntamento il 19 Febbraio 2016

COP21 e politiche energetiche a Campogalliano (MO)
Venerdì 19 febbraio ore 18 (Villa Bi - via Mattei 13) incontro pubblico: cosa prevede l’accordo di Parigi (Luca Lombroso - COP21 Observer per UNIMORE), le politiche energetiche dei Comuni (ANCI ER) e il progetto UE save@work (AESS Modena).

 

 

Zona Torino - MARTEDI’ 16 FEBBRAIO 2016 – ore 21

EMERGENZA CLIMATICA: UNA NUOVA ECONOMIA

Fabio DOVANA, Presidente Regionale Legambiente Piemonte.

Accordo COP 21 di Parigi = contenuto, tempistiche, luci ed ombre
Situazione italiana = ritardi e problematiche
Quali impegni ne derivano sul breve e medio periodo
Quali percorsi politici dovranno sostenere l’azione concreta nel nostro paese

Sede: Centro di incontro “Don Puglisi” via Camandona 9/a Rivoli

 

C'è già stato un altro evento, organizzato da INU, Camera di Commercio di Milano e Consulta regionale Architetti ed Ingegneri, sul tema: Dopo l’accordo di Parigi strategie e indicazioni per piani, programmi e progetti di città e territori. Per maggiori informazioni vedete qui.

 

Rivedi lo streaming dell'incontro organizzato dall'Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Mercoledì 10 febbraio 2016 ore 18, visibile sul canale televisivo internet: http://tv.unimore.it/index.php/archivio/video-scienze/1077-la-cop21-e-l-accordo-di-parigi-sul-clima

Conferenza al Campus universitario di Modena-Reggio Emilia

Promossa dalla BSI - Biblioteca Scientifica Interdipartimentale e dal DIEF, mercoledì 10 febbraio alle18.00 presso la Sala studenti della biblioteca presso il Campus Scientifico (Via Campi 213/c) a Modena si è tenuta una conferenza pubblica dedicata ai temi affrontati a Parigi.
I saluti e l'introduzione saranno affidati al prof. Glauco Ponterini, Direttore scientifico BSI e al prof. Alessandro Capra, Direttore DIEF.

Successivamente Luca Lombroso racconterà la sua esperienza di observer alla Conferenza parigina e proporrà una discussione sui risultati della meeting internazionale, le prospettive attuali e future connesse ai cambiamenti climatici, la biodiversità, le energie rinnovabili e le nuove tecnologie.

"L'Accordo di Parigi, in qualsiasi prospettiva lo si veda, - ha commenta Luca Lombroso - rappresenta un passo storico. A differenza delle ultime conferenze internazionali, non solo Parigi si è conclusa con una "COP decision", ma è stato anche approvato un nuovo trattato internazionale. Viene stabilito per la prima volta, in modo politicamente vincolante, un limite di massimo riscaldamento planetario, inferiore di ben 2ºC rispetto all'era preindustriale ed entro il 2100, facendo tutti gli sforzi per limitarlo a 1.5ºC. Con le 'promesse di riduzione attuali', riconosce l'accordo stesso, c'è un GAP di 15 miliardi di tonnellate di CO2 per il percorso da fare per contenere il global warming a 2°C, ma si indica anche la strada da percorrere per colmare questo gap attraverso il coinvolgimento del livello subnazionale: regioni, città e comuni, imprese, associazioni e società civile. Questa, ritengo, sarà anche una grande opportunità per lo sviluppo sostenibile e ovviamente per la ricerca. Al proposito l'accordo di Parigi cita esplicitamente, art.7.7, l'approfondimento della conoscenza scientifica sul clima inclusa la ricerca, l'osservazione sistematica del sistema climatico e dei sistemi d'allerta precoce, in una maniera che aiuti i servizi climatici e supporti la presa di decisione". Più info

Torna alla pagina principale